Il Museo degli Argenti

di Ariano Irpino

Benvenuti

Della Tesoreria della Cattedrale, si hanno notizie fin dal principio del sec. XIV. La prima Tesoreria crollò con il terremoto del 1732 e fu ricostruita nel 1736 dal vescovo Filippo Tipaldi (1717 -1748). Il vescovo Giovanni Saverio Pirelli (1792-1803), arianese, la restaurò nel 1793 e la dotò di reliquiari e suppellettili. Si trova in un lato del Seminario e, insieme con la biblioteca e l’archivio, costituiscono il Centro Culturale Diocesano, ideato e progettato dai vescovi Nicola Agnozzi (1976-1988) , Antonio Forte (1988 – 1993) con il loro vicario generale Mons. Donato Minelli. Si deve alla munificenza del vescovo Orso Leone de Leone il pregevole ostensorio in argento dorato, datato e firmato dall’autore Pietro Vannini nel 1452.

Di particolare interesse è la statua d’argento, probabilmente del XVII secolo, raffigurante il patrono della città, S. Ottone. Poggia su una base ottagonale in legno, rivestita con pannelli e lamine d’argento. Su di essi è inciso lo stemma della città di Ariano. Nei quattro pannelli lavorati a sbalzo, vi è la rappresentazione di fatti significativi della vita del Santo. Ancora, tra gli oggetti sacri vi è il calice di S. Elzeario de Sabran, del sec. XIV, tutto di argento dorato con tondini di smalto policromo, a figure , sul piede, finemente lavorato. E’ alto cm 23.05 e pesa kg 0.650. Sulla base, sono rappresentate immagini della Madonna, di S.Ottone e della Crocifissione. Al di sotto della coppa vi sono decorazioni di smalto con figure di uccelli. Ornata da una cornice argentea è anche la miracolosa effigie della Madonna del parto, della prima metà del sec. XV, rappresentazione devozionale particolarmente venerata in Ariano nei secoli trascorsi.

 

Le Collezioni

Particolari delle Tele
Statua di Sant'Ottone, sec. XVII argento 95x45x45 provenienza Cattedrale Ariano Irpino   Calice di Sant'Elzeario, sec. XIV argento dorato smalto policromo h23cm. provenienza Cattedrale Ariano Irpino
 
Madonna del Parto, olio su tela del 1400 provenienza Cattedrale Ariano Irpino   Ostensorio del Vanninni, 1452argento dorato H.81 cm. provenienza Cattedrale Ariano Irpino
 
     
     
     
     

Curiosità

To The Top